Ambiente e salute

Manifesto

Studio sull’inquinamento e gli impatti sulla salute pubblica

Si svolgerà domani venerdì 17 giugno presso l’aula consiliare del Comune di Nocera Inferiore alle ore 18,30 un incontro sull’inquinamento e gli impatti sulla salute pubblica organizzato dall’Associazione #CambiaMenti.

L’iniziativa ha lo scopo di presentare lo studio sull’inquinamento in Campania ed in particolare nell’Agro Nocerino Sarnese condotto dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Portici e di discutere sulle relazioni tra patologie e matrici ambientali inquinate.

All’incontro pubblico, che è stato patrocinato dal Comune di Nocera Inferiore, interverranno il dott. Antonio LIMONE (Commissario Istituto Zooprofilattico Sperimentale per il Mezzogiorno), la dott.ssa Tiziana SPINOSA (Referente Regione Campania alla Commissione Ministeriale Terra dei Fuochi), il dott Mario FUSCO (Direttore Registro Tumori Regione Campania c/o ASL Napoli 3 Sud) e il dott Enrico COSCIONI,  Consigliere del Presidente della Regione Campania alla Sanità.coscioni

Quest’ultimo ha dichiarato “di partecipare volentieri al convegno promosso da #Cambiamenti su un argomento così delicato che sarà anche l’occasione per illustrare ai cittadini il lavoro che si sta facendo in Regione Campania sul tema”.

TORQUATOAprirà il dibattito il primo cittadino di Nocera Inferiore, l’avv. Manlio Torquato che si è detto “certo che il dibattito potrà offrire anche all’Amministrazione comunale, peraltro già attenta alla tematica affrontata, ulteriori spunti di riflessione sulle iniziative da promuovere in materia ambientale”.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

C’è una Nocera che risorge e vince

4nocerinaC’è una Nocera che risorge e vince. C’è una Nocera che fa sognare i tifosi e rende orgogliosi i suoi cittadini. C’è una Nocera che, mostrando coraggio e determinazione, sovverte il pronostico che la voleva seconda ed inesorabile arriva prima, perché questa Nocera non può mai essere seconda.

Ci sono i Molossi che da più di cento anni inseguono la vittoria fino all’ ultimo istante, su un polveroso campetto di Eccellenza come sotto i riflettori delle tv nazionali in serie B, contro il San Tommaso come contro la Juventus.

È la Nocera del calcio che è già proiettata nel futuro, verso traguardi sempre più importanti, avendo alle spalle una solida storia. E non è certo un caso che la Nocera vincente sia già la Nocera unita, la Città di Nocera, né inferiore né superiore, ma #SoloNocera.

La fusione delle due Nocera

lettera_consiglieriLa fusione delle due Nocera è un tema di portata storica che non può essere lasciato soltanto a chi ha la responsabilità di amministrare la cosa pubblica per un orizzonte temporale limitato e nemmeno può essere mezzo della battaglia politica.

Ecco la lettera aperta che un gruppo di associazioni invia ai consiglieri comunali delle due città perché si consenta ai nocerini di decidere quale sarà il proprio futuro e quello delle generazioni a venire.

 

PARTECIPA AL SONDAGGIO

 

Oltre 500 nocerini in appena 4 giorni

locandinaL’Associazione #CambiaMenti ringrazia di vero cuore tutti coloro che hanno partecipato al sondaggio on line sulla fusione delle due Nocera e quanti ci hanno aiutato a diffonderlo.

Dopo appena 4 giorni, sono oltre 500 i cittadini delle due Nocera che hanno risposto al questionario sul sito www.vivanoceraviva.eu ed oltre 10 mila quelli che ci  hanno seguito ed interagito su Facebook.

E’ un tema che riteniamo sia giusto rimettere al centro del dibattito politico del nostro territorio dando voce a coloro i quali non avevano ancora avuto modo di esprimere direttamente le proprie opinioni al riguardo: i cittadini.

Auspichiamo che quanti più nocerini possano esprimere la loro opinione, qualunque essa sia, e chiediamo a tutti di aiutarci a diffondere ulteriormente il sondaggio tramite i social, whatsapp o attraverso il contatto diretto.

SONDAGGIO

Fusione dei Comuni di Nocera Inferiore e Superiore

solo1200Il tema della riunificazione delle due Nocera torna ciclicamente ad occupare il dibattito politico nelle due città. Nelle ultime settimane si è molto discusso, anche ai massimi livelli istituzionali cittadini, sull’opportunità di dar vita ad un nuovo Comune risultante dalla fusione di Nocera Inferiore e Nocera Superiore.

L ‘Associazione #CambiaMenti ha pertanto deciso di dare voce ai cittadini delle due Nocera su un tema, quello appunto della riunificazione delle due città, che reputa indispensabile per il definitivo rilancio del territorio.

Per raggiungere lo scopo, #CambiaMenti pubblica un questionario on line sul tema, ed invita tutti i nocerini a rispondere alle domande proposte ed a diffondere l’iniziativa: maggiore sarà la partecipazione e più attendibile sarà l’esito di quello che speriamo possa diventare il primo grande sondaggio sul tema della fusione delle due Nocera. (altro…)

La Cultura come qualità della vita

Il dinamismo dell’archeologia | VivaNoceraViva

Il Tavolo 2 è stato arricchito dal contributo di rappresentanti di associazioni culturali, operatori ed esperti del settore e numerosi cittadini interessati ai temi della cultura e del patrimonio storico.
VNV21_032L’idea di partenza è stata la valutazione della possibilità di rendere la cultura, in tutte le sue declinazioni (attività culturali, patrimonio storico e archeologico, eccetera), uno dei settori trainanti dell’economia cittadina, in considerazione dell’attuale tendenza, che vede Nocera proiettata verso un futuro di centro di produzione ed esportazione di servizi sull’area vasta. (altro…)

1 minuto e 30 secondi

terremotoIl minuto e 30 secondi che cambiarono definitivamente il nostro territorio.  Paesi cancellati, palazzi caduti, macerie durate anni, morti ovunque.

Il terremoto de l1980 fu però anche uno spartiacque sociale per la nostra terra. Tra le sue mille conseguenze forse la più importante fu quella relativa alla criminalità organizzata che fece un salto di qualità mettendo le mani sugli appalti milionari del dopoterremoto.

Cominciammo a contare i morti per strada e, mentre il sindaco Marcello Torre cadde perché sognava una Pagani civile e libera, molti altri politici iniziarono a fare affari assieme ai camorristi.

Lo Stato si accorse che occorreva creare una Protezione Civile, le nostre città conobbero invece la vergogna dei containers smantellati solo pochissimi anni fa. Il terremoto fu quindi una ferita profonda di cui ancora paghiamo le conseguenze, non solo per la geografia delle nostre terre, ma anche e soprattutto per la nostra storia.

3. UNO SGUARDO AL TERRITORIO

3METODI E STRUMENTI PER IL RILANCIO ECONOMICO, VERSO LA NUOVA AGENZIA LOCALE DELLO SVILUPPO

3.1 La scommessa dell’imprenditoria: Attraverso una maggiore interazione tra i diversi livelli istituzionali, affinchè ci sia un utilizzo intelligente di risorse comunitarie e incentivi allo sviluppo, possiamo facilitare l’insediamento di piccole e medie imprese in aree P.I.P. funzionali garantendo servizi infrastrutturali moderni ed efficienti. Puntare sugli incubatori d’impresa, che includano spazi fisici contenendo la fiscalità locale per sostenere idee innovative e giovani.

3.2 Un nuovo volto alla città: Piccole ma significative opere di rigenerazione e recupero dei quartieri tramite un piano urbano dei rioni. Mettere in connessione strategie sostenibili e compatibili, coinvolgendo il capitale umano, intellettuale e sociale di chi li abita, per ottimizzare e innovare il volto della nostra città

Registrati


Comincia il confronto da subito, utilizzando la chat del tavolo

Per il tuo contributo programmatico o per qualsiasi suggerimento scrivi

Submit a new post

Un uomo coraggioso

angelo vassallo #CambiaMentiBenvenuti al Sud! Quando una mano assassina pose fine alla vita di Angelo Vassallo, da pochi giorni si erano concluse le riprese di una commedia cinematografica destinata, tra l’altro, a rendere famosa una zona della Campania, la costiera cilentana, che si pensava libera dal giogo della criminalità organizzata. E invece scoprimmo nel modo peggiore che anche ad Acciaroli, in quella perla incastonata nel Parco del Cilento e bagnata da un mare blu che più blu non si può, gli interessi criminali erano diventati talmente rilevanti da non farsi scrupoli nell’eliminare fisicamente chi ad essi si opponeva.

La citazione più famosa di quel film diceva :”Quando un forestiero viene al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte”. Ma un uomo che invece al Sud ci vive è costretto purtroppo a piangere troppo spesso. Ed a distanza di cinque anni ancora piangiamo la scomparsa del Sindaco Pescatore, l’uomo che ha pagato con la vita il coraggio di dire NO agli interessi più inconfessabili, l’ennesimo eroe lasciato solo dalle Istituzioni ma anche da noi suoi concittadini meridionali che troppo spesso volgiamo lo sguardo altrove e facciamo finta di non accorgerci delle illegalità e delle prepotenze che ci circondano.

Angelo Vassallo ci ha fatto apprezzare l’amore per la propria terra, il coraggio delle proprie azioni, la coerenza nell’affermare i valori più genuini e forti. Tutto questo lo abbiamo capito solo dopo la sua tragica morte.

Angelo Vassallo era sicuramente un uomo libero, un uomo coraggioso; noi lo saremo soltanto quando non avremo più bisogno di eroi solitari ed alzeremo tutti insieme la testa di fronte ai soprusi della criminalità. Solo allora potremo dire al resto d’Italia ed al mondo: “Benvenuti al Sud!”