Grande partecipazione per #CambiaMenti incontra la scuola

12473718_1091903360844258_4289711463806679943_oAlla presenza di un numeroso pubblico formato essenzialmente da dirigenti scolastici, insegnanti, operatori del settore ed anche genitori, si è svolta presso il Primo Circolo didattico di Nocera Inferiore la presentazione dell’iniziativa “#CambiaMenti incontra la scuola”.

L’Associazione #CambiaMenti, proseguendo la sua azione tesa a promuovere iniziative che incoraggino la partecipazione attiva di tutti i cittadini alla vita sociale della città, ha organizzato un ciclo di seminari sul tema delle difficoltà dell’apprendimento e dei disturbi del comportamento a scuola. (altro…)

#CambiaMenti incontra la scuola

Il 13 gennaio alle ore 16.30, presso il Primo Circolo Didattico di Via A. Gramsci 21 a Nocera Inferiore, l’Associazione ‪#‎CambiaMenti‬ presenterà il calendario dei seminari sulla gestione delle difficoltà di apprendimento e sui disturbi del comportamento nel contesto scolastico.

L’iniziativa sarà rivolta a genitori, dirigenti scolastici, insegnanti e operatori del settore.

(altro…)

Le persone al centro: pari opportunità e welfare

VNV21_071Inclusione sociale, sviluppo e sicurezza costituiscono i principi ispiratori di questo documento programmatico.
Il nostro approccio ai temi dell’equità e dell’inclusione sociale si basa sull’immenso potere dei piccoli passi e della forza delle “rete” intesa come condivisione di conoscenza, di sapere e di opportunità tra cittadini.
D’altronde, è anche l’unico approccio possibile nelle attuali condizioni di sostanziale paralisi che le politiche di bilancio pubbliche stanno subendo, a causa della crescente scarsità di risorse. Ed è anche l’approccio delle smart cities, perché una città intelligente è quella che usa al meglio le risorse che ha, per fare i passi più lunghi che può.
Una città intelligente è una città che incentiva le politiche di conciliazione vita-lavoro (altro…)

La cultura dell’integrazione

La discussione del tavolo 4 si è incentrata sull’argomento “scuola e integrazione scolastica per gli alunni con bisogni speciali”.

VNV21_076Tenuto conto del successo e dell’interesse suscitato con l’iniziativa della primavera scorsa avente ad oggetto I disturbi specifici dell’apprendimento, abbiamo voluto continuare a dare voce al confronto sul tema della inclusione didattica, allungando lo sguardo a tutti i bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali. (altro…)

Il mare ed il bambino

AylanIl mare ed un bambino: un binomio che fino ad ieri ci faceva pensare alle vacanze, ai giochi in acqua, alle palette ed ai castelli di sabbia da costruire e poi divertirsi a distruggere. E invece da oggi abbiamo negli occhi e nel cuore l’immagine del mare che adagia sulla battigia un bambino che sembra dormire cullato dalle onde e che invece sappiamo non si sveglierà mai più.

E siamo increduli,addolorati, sgomenti.
E ci indigniamo nei confronti dei terroristi e dei guerrafondai ed accusiamo l’Europa e il Governo per le loro inefficienze.

Ma questa rabbia che invade il web ed i mass-media dove era nascosta fino ad ieri?
Nei discorsi da treno del tipo: “io non sono razzista, ma….” ? Oppure nell’idea che gli extracomunitari ci rubano il lavoro?

E anche nella nostra piccola realtà cittadina, tutti ci siamo allarmati quando si ventilò l’ipotesi che la Caserma Tofano potesse ospitare dei profughi. Perché l’accoglienza è una gran cosa purché la si faccia non a casa nostra.

Ed allora riflettiamo tutti davanti alla fotografia di Aylan ripensando alle nostre misere ipocrisie che hanno creato i presupposti affinché il mare ed un bambino si palesassero in un’ immagine di morte.

Il 2 Aprile è la giornata mondiale dedicata all’AUTISMO

di Mariapia Contento | Psicoterapeuta

Il 2 Aprile è la giornata mondiale dedicata all’AUTISMO
… è la giornata dedicata ai tantissimi bambini che con lo sguardo “diretto altrove” insegnano agli altri a “guardare dentro”
… è la giornata dedicata a quelle mamme e ai quei papà che da quando hanno ricevuto la diagnosi di autismo sono sprofondati nel baratro della solitudine, si sono sentiti abbandonati a loro stessi, alla burocrazia, alle lunghissime lista  d’attesa dei centri di “riabilitazione”.

L’autismo è tra le malattie più invalidanti dello sviluppo, non riguarda solo il bambino ma colpisce l’intera famiglia, cambia la vita di tutti. Lavorando con le famiglie dei bambini autistici posso dire con onestà che spesso sono più i genitori che insegnano a me di quanto io possa insegnare loro.

giornata autismoSono profondamente convinta che i genitori siano i migliori terapeuti per i loro figli, hanno bisogno di essere sostenuti nel percorso che li conduce a “trovare la chiave d’accesso” ad un mondo che solo apparente è inesplorabile. È per loro un lavoro difficile, faticoso, spesso angosciante. Eppure, quando gli occhi di una mamma si riempiono di lacrime perché il figlio le ha dato un bacio, le ha fatto una carezza, l’ha chiamata mamma, quando un papà si commuove raccontando che finalmente suo figlio non ha messo in fila le costruzioni ma ha preso una palla e gliel’ha lanciata, i genitori sono ancora lì, pronti a rimboccarsi le maniche e andare oltre, oltre il muro del silenzio.

Oggi alzate lo sguardo al cielo e, idealmente, lasciate volare un palloncino blu, starete mostrando la vostra amicizia alle tante famiglie che ogni giorno provano a colorare il loro  mondo e quello dei propri bambini..

Accendiamo di blu la nostra CITTA’, oggi, accendiamo l’arcobaleno sempre.

2aprile

Giornata mondiale dell’autismo

2aprileDomani 2 aprile è la “Giornata per la consapevolezza sull’autismo”, in ogni città un edificio sarà illuminato in blu. Penso alle madri, ai padri e ai fratelli dei bambini autistici che seguo da anni, nella mia attività professionale, e penso a tutta la vita che viene negata ai bambini autistici e ai loro familiari, per la mancanza di strutture completamente adeguate a prendersi in carico, dal punto di vista sociale, questa malattia. Certo le cose negli ultimi anni sono un po‘ migliorate, ma quando parlo con le mamme, quando siamo costretti a perderci nella compilazione dei moduli, e a riflettere su quanto non c’è e dovrebbe esserci, a prendere atto della diminuzione di ore di sostegno assegnate……scopriamo che malgrado i piccoli passi c’è ancora molto da fare. Nuovi strumenti: una nuova Associazione nazionale ANGSA, con numero verde 800-031-819, che verrá attivato a breve è un nuovo disegno di legge approvato al Senato il 19 marzo 2015 che potete approfondire cliccando questo link : http://www.disabili.com/…/approvato-il-primo-disegno-di-leg…

Autismo e disturbi dello spettro autistico: diverse situazione dalla differente gravità che comprendono disturbi della integrazione sociale e della comunicazione.

Trovata la proteina che impedisce alle cellule nervose di comunicare tra loro, ma ancora non si conosce
la causa, probabilmente dovuta a fattori inquinanti presenti nell’ambiente detti epigeneticidetti così perchè provocano modificazioni della funzionalità del DNA, già dopo il concepimento, accendendo e spegnendo geni che regolano la produzione di proteine importanti per il collegamento tra i neuroni.

Domani ogni città avrà un edificio o un monumento illuminato in blu. A pochi giorni dal disegno di legge sull’autismo approvato in Senato, si costituisce la Fondazione italiana per l’autismo, che ha tra i soci fondatori, Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici) e diverse altre fondazioni e associazioni, con la collaborazione del Miur (Ministero Istruzione, Università e Ricerca), Ministero della Sanità, dell’Istruzione e della Coesione Sociale.

La Fondazione, la cui prima azione sarà l’avvio della linea blu per l’autismo, un numero verde dedicato alle famiglie dove esperti e psicologi risponderanno alle domande e indirizzeranno alle strutture più adeguate presenti sul territorio nazionale, 800-031-819, e ha tre obiettivi la ricerca e diagnosi, l’integrazione e il progetto di vita.

2. Forum istruzione, welfare, diritti …

b2. UNA CITTA’ POSSIBILE
2.1 – La scuola come parte centrale della formazione delle nuove generazioni;
2.2 – Una città per la famiglia;
2.3 – Come fornire e garantire diritti e servizi sociali ai cittadini.

E’ possibile immaginare una città che tuteli realmente i diritti delle persone disabili, dei più deboli, degli anziani? E’ possibile garantire servizi adeguati ai cittadini, alle famiglie fornendo loro tutto ciò di cui hanno bisogno? E’ possibile discutere e sviluppare un welfare cittadino confacente alle esigenze di tutti?

 

Per partecipare a questo forum REGISTRATI

 

Comincia il confronto da subito, utilizzando la chat del tavolo

 

Per il tuo contributo programmatico o per qualsiasi suggerimento scrivi

Submit a new post