1 minuto e 30 secondi

terremotoIl minuto e 30 secondi che cambiarono definitivamente il nostro territorio.  Paesi cancellati, palazzi caduti, macerie durate anni, morti ovunque.

Il terremoto de l1980 fu però anche uno spartiacque sociale per la nostra terra. Tra le sue mille conseguenze forse la più importante fu quella relativa alla criminalità organizzata che fece un salto di qualità mettendo le mani sugli appalti milionari del dopoterremoto.

Cominciammo a contare i morti per strada e, mentre il sindaco Marcello Torre cadde perché sognava una Pagani civile e libera, molti altri politici iniziarono a fare affari assieme ai camorristi.

Lo Stato si accorse che occorreva creare una Protezione Civile, le nostre città conobbero invece la vergogna dei containers smantellati solo pochissimi anni fa. Il terremoto fu quindi una ferita profonda di cui ancora paghiamo le conseguenze, non solo per la geografia delle nostre terre, ma anche e soprattutto per la nostra storia.