Un uomo coraggioso

angelo vassallo #CambiaMentiBenvenuti al Sud! Quando una mano assassina pose fine alla vita di Angelo Vassallo, da pochi giorni si erano concluse le riprese di una commedia cinematografica destinata, tra l’altro, a rendere famosa una zona della Campania, la costiera cilentana, che si pensava libera dal giogo della criminalità organizzata. E invece scoprimmo nel modo peggiore che anche ad Acciaroli, in quella perla incastonata nel Parco del Cilento e bagnata da un mare blu che più blu non si può, gli interessi criminali erano diventati talmente rilevanti da non farsi scrupoli nell’eliminare fisicamente chi ad essi si opponeva.

La citazione più famosa di quel film diceva :”Quando un forestiero viene al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte”. Ma un uomo che invece al Sud ci vive è costretto purtroppo a piangere troppo spesso. Ed a distanza di cinque anni ancora piangiamo la scomparsa del Sindaco Pescatore, l’uomo che ha pagato con la vita il coraggio di dire NO agli interessi più inconfessabili, l’ennesimo eroe lasciato solo dalle Istituzioni ma anche da noi suoi concittadini meridionali che troppo spesso volgiamo lo sguardo altrove e facciamo finta di non accorgerci delle illegalità e delle prepotenze che ci circondano.

Angelo Vassallo ci ha fatto apprezzare l’amore per la propria terra, il coraggio delle proprie azioni, la coerenza nell’affermare i valori più genuini e forti. Tutto questo lo abbiamo capito solo dopo la sua tragica morte.

Angelo Vassallo era sicuramente un uomo libero, un uomo coraggioso; noi lo saremo soltanto quando non avremo più bisogno di eroi solitari ed alzeremo tutti insieme la testa di fronte ai soprusi della criminalità. Solo allora potremo dire al resto d’Italia ed al mondo: “Benvenuti al Sud!”