Di Serio Presidente, Maisto e Guerritore vice

Ieri sera, 18 settembre, si é svolta la prima assemblea di #CambiaMenti dopo la pausa estiva. All’ordine del giorno c’era la nomina dei vertici dell’associazione e l’organizzazione dell’attività per le future iniziative da portare avanti in città. Per acclamazione è stato designato Presidente Giancarlo Di Serio che, nel lavoro, sará affiancato da due vice: Renato Guerritore e Nicola Maisto.

diserio2Nelle sue prime dichiarazioni, il Presidente ha tracciato le linee guida della sua attività:
“Ringrazio le amiche e gli amici di #CambiaMenti per la stima e l’affetto che mi hanno dimostrato nominadomi presidente dell’Associazione.

Saluto innanzitutto Vincenzo Stile che mi ha preceduto in questo ruolo; il suo operato prezioso soprattutto per avviare la vita associativa è uno sprone a continuare con entusiasmo il percorso intrapreso un anno fa.

Interpreto la scelta del mio nome come la volontà degli associati a #CambiaMenti di compiere un ulteriore passo del nostro cammino comune. 

Nata all’interno del Partito Democratico di Nocera Inferiore e protagonista dell’ultimo congresso cittadino, #CambiaMenti si propone ora come luogo di discussione politica aperto a tutta la città. Pur mantendendo salde le sue radici nell’area politica di centrosinistra, il suo obbiettivo sarà ancora di più quello di coinvolgere tutte quelle intelligenze che hanno voglia di discutere della città e del comprensorio, rappresentando soluzioni su singole problematiche, senza dover necessariamente “indossare” una casacca politica. La vita di partito sarà discussa all’interno del partito dagli organi a ciò deputati; l’associazione avrà necessariamente un ruolo diverso, più inclusivo rispetto a persone o gruppi che negli ultimi tempi hanno maturato una disaffezione per la politica. 

#CambiaMenti invita fin d’ora tutti coloro che vogliono dare una mano a rilanciare il nostro territorio a mettersi in contatto coi suoi associati personalmente o attraverso le sue pagine sui social network, assicurando la massima apertura a tutte quelle idee e proposte coerenti con gli scopi dell’Associazione, convinti come siamo che la crescita di un territorio è direttamente proporzionale al grado di partecipazione alla cosa pubblica dei suoi abitanti”.