No ai distacchi totali della GORI

#CambiaMenti chiede al Sindaco di Nocera Inferiore, Avv. Manlio Torquato, al pari di quanto hanno fatto i sindaci di altri paesi come Sarno, di emettere un’ordinanza per impedire alla Gori di eseguire i distacchi totali agli utenti morosi e la concomitante sospensione della erogazione dell’acqua.

Questa misura è urgente, perché l’acqua è un bene comune necessario alla vita e non è possibile farne a meno. Questa ordinanza è una misura di civiltà, e anche di sanità, premesso che:

  1. l’Organizzazione mondiale della sanità stabilisce che il fabbisogno minimo giornaliero per persona di acqua e di cinquanta litri al giorno;
  2. l’art.2 della costituzione assicura ai cittadini i diritti inviolabili;
  3. l’art 50 del TUEL, dlgs 267 del 18-08-2000, secondo il quale il Sindaco, in ambito locale, può adottare ordinanze per salvaguardare l’igiene pubblica.

#NoDistacco GoriLa problematica GORI e dell’acqua pubblica è stata affrontata dall’associazione #CambiaMenti in occasione dell’iniziativa programmatica di Novembre al tavolo ambiente. In quella sede alla luce dei punti 1, 2 e 3 e del dibattito scaturito, fu proposta questa iniziativa ai sindaci per dare un primo forte segnale affinché la gestione dei servizi idrici tornasse pubblica.

Riscontriamo con soddisfazione e piacere che il primo di cittadino Sarno, dott. Canfora ha adottato una ordinanza per impedire alla Gori di eseguire i distacchi totali agli utenti morosi e la concomitante sospensione della erogazione dell’acqua.

Questa misura è urgente e inprocrastinabile perché l’acqua è un bene comune che va salvaguardato come anche la salute dei cittadini. Garantire la fornitura minima e impedire i distacchi indiscriminati sono elementi alla base di una città civile.

Perquanto sopra esposto, l‘associazione #CambiaMenti, che presenterà la propria mozione al prossimo congresso cittadino del PD, chiede al sig. Sindaco di Nocera Inferiore, Avv. Manlio Torquato, che ha già dimostrato di essere sensibile al problema, al pari di quanto hanno fatto i sindaci di Comuni vicinori, di intraprendere azioni ed emettere una opportuna ordinanza che vada nella stessa direzione percorsa da altri suoi colleghi che hanno a cuore il bene comune.

Vincenzo Stile e Raffaele Citarella
Forum Ambiente #CambiaMenti